Macchinario estetico: quale acquistare per riempire immediatamente il cassetto del centro?

macchinario estetico

Ti stai chiedendo qual è il macchinario estetico che devi assolutamente acquistare se vuoi riempire immediatamente il cassetto del tuo centro?

Te lo svelo in questo breve articolo.

Una domanda che ricevo spesso da anni è proprio questa che ho messo come titolo.

In realtà la risposta te la fornisco in modo estremamente semplice ed immediato: nessun macchinario ti farà riempire il cassetto se prima non impari TU a riempirlo!

Punto. Fine della lezione.

Aspetta, forse vuoi che te la argomenti meglio.

Te la dico in un altro modo:

Non devi credere alle [email protected]@ate che ti dice il tuo rappresentante di macchinari estetici

Ascolta bene e metti da parte per un attimo quello che ti hanno detto fino ad oggi.

Nessun macchinario è “INNOVATIVO”. Si continua a riciclare la stessa roba da 40 anni con nomi diversi!

Nessun macchinario “SI RIPAGA DA SOLO”. Se non sei tu brava a vendere i pacchetti lo userai come appoggia abiti e come deposito per la polvere.

Le giornate porte aperte organizzate da qualcuno di esterno che non sei TU, sono un boomerang che ti ritornano dritto dritto nel c…oppino, se non sei tu stra-brava a gestirle.

Si sfrutta la tua banca dati come per la pesca a strascico e poi una “beauty” esterna forza le tue clienti a comprare un pacchetto costoso semmai anche con finanziamenti che non finiscono più.

E chi compra dalla Beauty? Te lo dico io, le stesse clienti iper-fidelizzate che avrebbero comprato anche da te e senza per forza il nuovo macchinario!

Le stesse clienti che sono estremamente ricettive a qualsiasi promo e che tu hai dato in pasto ad un’estranea. (e ti prego, dimmi almeno che la beauty NON l’hai dovuta pure pagare, altrimenti giuro che ti spedisco io la vaselina a casa così la prossima volta fai prima).

NON hai bisogno di un nuovo macchinario per riempire il cassetto, mettitelo in testa.

SO che non è quello che sei abituata a sentire.

Il motivo è semplice: la lobby delle case produttrici e distributrici ti ha sempre spinto all’opposto.

OVVIAMENTE.

Negli anni d’oro dell’estetica, grandi marchi hanno dato al centro estetico con una mano (visibilità, innovazione, formazione) e con l’altra hanno preso (attraverso continui investimenti, invenzioni di apparecchiature e trattamenti “moda”, riproponendo ciclicamente tecnologie simili ma con un nome diverso).

Il motivo è che ti hanno sempre nascosto (per ignoranza o per malafede) il principio chiave che fa della tua attività un’attività prospera.

PRIMA investi nella capacità gestionale e commerciale, POI nella struttura e nelle macchine.

Quando il mercato “tira”, la concorrenza è poca e il cliente ha liquidità da spendere… questo errore si sente meno: il fornitore prospera e il centro estetico fa utili (costantemente reinvestiti nel fornitore stesso).

Ma quando le cose cambiano tutto il sistema salta.

Saltano i padiglioni al Cosmoprof e a Les Nouvelles Esthétiques.

Chiudono marchi storici e saltano distributori.

Alcuni per sopravvivere inventano i peggiori sistemi per camuffare la malattia del sistema:

  • leasing camuffati da noleggi prodotti “gratis” a fronte di 50.000 di apparecchiature,
  • giornate porte aperte obbligatorie con la fornitura del macchinario e più del 50% dell’incasso al fornitore,
  • apparecchiature cinesi e senza certificazione CE vendute a prezzo pieno.

Ed in tutti questi anni, un unico grande motto: “Se vuoi restare sul mercato… devi seguire le mode, acquistare la novità, sperare nella nuova formula cosmetica miracolosa, acquisire il nuovo massaggio da aggiungere alle decine che conosci“.

Questo oggi non ti porterà a nulla di diverso rispetto ai risultati che stai ottenendo.

Segui SEMPRE queste 3 regole quando devi valutare un macchinario estetico

  1. Prima di investire in qualsiasi tipo di macchinario estetico “esterno”, devi far fruttare il tuo centro attraverso marketing, corretta gestione e vendite.
  2. Se non hai le idee chiare riguardo a come ti vuoi differenziare dalla tua concorrenza non potrai mai scegliere il macchinario giusto per te.
  3. Prima di acquistare un macchinario estetico (o qualsiasi altra cosa) devi avere un piano di programmazione finanziaria e di programmazione fiscale che ti dice quando acquistare, come pagare, quando comprare.

La questione si riduce quindi ad una cosa sola: il macchinario in assoluto che ti riempie di più il cassetto, non devi comprarlo ma devi solo educarlo e farlo fruttare di più.

È il tuo cervello.

Il “tuo cervello” inteso come le tue abilità imprenditoriali, la tua preparazione nel programmare i “conti aziendali” e nel saper gestire il personale, le tue conoscenze di marketing per far preferire il tuo centro rispetto alla concorrenza ed attirare clientela target, le tue abilità di vendita per far acquistare prodotti e trattamenti ai clienti target nel tuo istituto.

Finché continuerai a cercare all’esterno (nei macchinari, nei prodotti, nelle nuove manualità) la soluzione ai tuoi problemi di “cassetto”, continuerai a buttare letteralmente nel cesso (oops l’ho detto!) il tuo tempo ed i tuoi soldi.

Sei TU il “macchinario estetico” più importante su cui devi investire, te lo vuoi mettere in testa?

Devi solo prendere il libretto di istruzioni ed avere uno specialista che ti segue nell’apprendimento.

Esattamente quello che puoi avere continuando a frequentare il mondo BIUTOP.

Articoli recenti

Arichivio

Facebook

Il percorso formativo di marketing, vendita e gestione aziendale per centri estetici più completo in Europa.

© 2021 MP Beauty SA

Informazioni di contatto