Categorie
Business Gestione centro estetico

Da Imprenditore dell’estetica ad Imprenditrice dell’estetica: Ecco sette riflessioni ed azioni pratiche per riempire il tuo cassetto ed avere ore libere per te nel 2024

Eh già!

Ci siamo: il nuovo anno è ormai dietro l’angolo.

Hai raggiunto gli obiettivi che ti sei prefissata con il tuo centro estetico quest’anno?

Ci sei andata vicina?

Non te li ricordi nemmeno più “i sogni di gennaio”?

Qualunque sia la tua situazione, nuovo anno significa anche un “nuovo ciclo” e una nuova opportunità per ricominciare a scrivere su una pagina bianca tutto ciò che desideri.

E questa volta voglio darti una mano per trasformare il tuo prossimo anno, nell’anno migliore di sempre…

Nelle prossime pagine condividerò con te: le 7 linee guida per fare dell’anno nuovo il migliore di sempre.

Sette riflessioni ed azioni pratiche per riempire il tuo cassetto ed avere ore libere per te.

Hai iniziato a pensare ai tuoi obiettivi per il prossimo anno?

Quali competenze svilupperai?

Che cambiamenti farai?

Se sei come me, sono certo che anche tu non vedi l’ora di sbarazzarti definitivamente di ciò che ti ha limitato nell’ultimo anno e non ti ha permesso di vivere a pieno la vita professionale che volevi.

Prima di concentrarti sugli obiettivi e le strategie della “prossima stagione” pensa però seriamente a ciò che sto per chiederti:

Vuoi davvero passare un altro anno a rincorrere gli incassi e sperare di arrivare a fine mese, rincorrendo scadenze e fornitori?

Vuoi rinunciare ancora al tuo tempo libero e alle attività che non hai mai tempo di fare perché sei chiusa in cabina tutto il giorno, tutti i giorni?

Vuoi davvero anche quest’anno dover rinunciare allo stipendio che meriti perché fai fatica ad arrivare anche solo al punto di pareggio?

Vuoi rimandare anche per quest’anno il tempo che puoi passare con la tua famiglia e con i tuoi figli perché sei 14 ore al giorno dietro al tuo istituto?

Perché, vedi, se non cambi le tue azioni…non risolverai nemmeno quest’anno i problemi che ti assillano da tempo.

È tempo di decisioni e di cambiamenti.

È tempo di prendere in mano il timone della tua nave e fare di quest’anno il TUO anno.

Se anche tu come me, sei decisa a fare del 2024 l’anno migliore di sempre, leggi i 7 punti chiave da tenere presente per i prossimi mesi.

Eccoli qui:

  1. Non essere un centro generalista

    Lo ripeterò all’infinito ma tu mi devi ascoltare.

    Devi entrare nell’ottica che oggi se vuoi essere “per tutti” farai fatica a far entrare clienti target nel tuo centro.

    Concentrati su pochi servizi: quelli che vanno di più nel tuo centro e quelli per i quali hai investito di più in termini di formazione e preparazione.

    Diventa il primo nella tua zona per quel servizio e sbaraglierai la tua concorrenza.

    Se vuoi fare tutto per tutti oggi semplicemente sarai confusa tra la massa.

    Scegli il tuo elemento differenziante e concentra il tuo marketing su questo.

  2. Marketing e Vendita prima di tutto!

    Se vuoi riempire il cassetto del centro devi avere un sistema per acquisire costantemente clienti nuovi (anche e soprattutto online!) pronti a spendere.

    Crea video con testimonianze di clienti soddisfatte, video del tuo metodo, video coni consigli estetici.

    Affidati ad un’agenzia specializzata che ti aiuti a realizzarli e che ti crei tutta la strategia di sponsorizzazione.

    Devi però imparare prima di ogni altra cosa a concludere le vendite sui clienti che arriveranno dal marketing e imparare a far spendere di più i tuoi clienti attuali.

    Ci sono migliaia di euro nascosti nel portafogli dei tuoi clienti attuali: devi imparare un sistema completo di vendita che preveda prima di tutto lo sviluppo e la fidelizzazione completa del cliente.

  3. Abbi il coraggio di guardare i numeri

    Sviluppa le competenze che pochi titolari hanno.

    Quei pochi che fanno davvero utili alla fine del mese.

    – Programma gli obiettivi di incasso in Euro
    – Condividili con il tuo staff
    – Prevedi accantonamenti per utili e tasse
    – Pianifica le spese
    – Controlla il tuo vero costo al minuto dei trattamenti

    Se vuoi organizzare al meglio il tuo centro, DEVI avere un software gestionale che ti aiuti a tenere tutto sotto controllo in un click e…anche quando sei in vacanza.

  4. Pianifica le tue strategie in anticipo

    Promozioni e marketing devi pianificarle con almeno 3 mesi di anticipo.

    Oggi devi già pensare a cosa fare per marzo.

    Se oggi non ti muovi in questo modo, raccoglierai solo le briciole.

  5. Prima il sistema poi le persone

    Se vuoi sviluppare davvero il tuo centro senza esserne schiava, devi lavorare ad un sistema organizzativo che faccia funzionare il centro SENZA la tua presenza:

    – lavora ad un organigramma per il tuo centro fatto di ruoli e funzioni precise
    – scrivi mansionari per ogni funzione
    – inserisci una Cordenia
    – imponiti di NON lavorare per più di 5 ore in cabina al giorno
    -dedica il tempo a formare costantemente il tuo staff

  6. Tieni con te solo chi sposa la tua “causa”

    Le persone che hai intorno determinano ciò che otterrai.

    Se una tua collaboratrice:

    – mette davanti i soldi prima della crescita e del lavoro di squadra
    – non “crede” nella tua filosofia di lavoro
    – non vuole formarsi o non vuole investire lei stessa nella formazione
    – ti fa problemi per un ora in più, una sostituzione, un cambio di programma…

    Se ogni volta che ti devi rapportare a lei ti fai mille paranoie su come parlare, su quello che poi dirà, penserà ecc…

    Allora vuol dire che questa persona semplicemente non fa per te.

    Devi essere consapevole che ti ostacolerà nei tuoi risultati e ti rallenterà nei tuoi progetti.

  7. Formati come imprenditrice e non come estetista

    Devi capire che il tuo ruolo è quello di “gestire” il centro e non di lavorare in cabina.

    L’opera più grande che sto cercando di compiere in Italia e far passare questo concetto ad ogni titolare di centro estetico.

    “Un imprenditore è un esperto di Marketing e di gestione delle risorse umane che ha competenze di gestione finanziaria”.

    Queste sono le competenze di cui hai bisogno: questo è ciò su cui devi investire.

    Non in un’altra apparecchiatura.

    Non in un altro corso di massaggio.

    Non in altri prodotti.

    Devi investire in te stessa e nelle tue competenze imprenditoriali. Stop.

Bene questi sono i miei spunti per il 2024.

Ora tocca a te.

La teoria deve diventare azione, altrimenti…nulla cambierà.

Se sei già una mia allieva (o un mio allievo) mi aspetto da te per quest’anno impegno totale nell’applicare il metodo: zero scuse e tanta pratica.

Questo è l’unico cammino per i risultati.

Se invece non hai ancora frequentato nessun corso sul metodo Biutop…

Cosa stai aspettando?

Clicca qui e acquista ora il mio libro “Vendere in Estetica” (con oltre 15.000 copie vendute).

Categorie
Business

Combattere l’estetiste abusive: strategie e focus per il successo del tuo centro estetico

Denunciare le estetiste abusive: è davvero questo il tuo problema principale?

Mi dite come si segnalano le abusive?

Ma adesso le abusive fanno anche il laser in casa?

Propongono l’estetica base a 5€ non è possibile!!…

Ogni giorno riceviamo decine e decine di messaggi come quelli allegati.

Sembra che il problema principale del nostro settore stia diventando il:

“Come fare per denunciare un’estetista abusiva”

Unito allo sconforto più totale per la situazione attuale dell’estetica…

Eppure, le estetiste abusive dovrebbero essere l’ultimo dei tuoi problemi.

Se pensi che la concorrenza di chi opera illegalmente sia un ostacolo, alla crescita della tua attività.

Che ti stia facendo effettivamente perdere clienti.

Che sia il reale motivo per cui “chiudere definitivamente la serranda”

Allora amica mia ho una cattiva notizia da darti.

Hai un problema ben più grande delle abusive, che si chiama MARKETING.

Quello che devi capire è che: se il tuo cliente ideale è attratto da chi pratica la tua stessa professione in maniera disonesta, senza qualifiche, senza le minime norme di igiene e sicurezza…

Forse è ora di rivedere il tuo target di clientela, non pensi?

Facciamo una doverosa premessa: non c’è dubbio sulla scorrettezza di chi lavora nella totale illegalità, senza licenza, né sulla necessità di una giustizia più equa in Italia.

Ma, partendo da queste premesse, come dovresti agire?

Sprecare le tue energie combattendo contro i mulini a vento o concentrandoti solo su come il mercato dell’abusivismo ti stia facendo fallire non è il modo giusto di reagire.

La prima cosa da consapevolizzare è: LA CLIENTE CHE VA DALL’ABUSIVA NON È E NON SARÀ MAI UNA BUONA CLIENTE

La cliente da “estetista abusiva” sarà sempre una cliente alla ricerca del prezzo più basso a discapito di qualsiasi altra cosa (qualità, professionalità, ambiente…)

Per questo è un tipo di cliente che è meglio perdere piuttosto che avere in istituto. E pensa anche a questa cosa.

Se la stessa energia che impieghi per preoccuparti e “rosicare” la impiegassi per diventare una leader, un’autorità della ta zona.

Per aumentare la tua visibilità e i tuoi clienti FAN

Non avresti nemmeno tempo di pensare alle scappate di casa che fanno le unghie in cambio di quattro spicci.

Per farti un parallelismo con il mondo BIUTOP.

Il settore dell’estetica è sempre stato affollato di ex collaboratori, nuovi guru, presunti esperti (che spesso non hanno mai gestito un centro estetico in vita loro) che sono solo l’ombra di quello che noi facciamo da oltre 20 anni.

Ci preoccupa? No, assolutamente.

Se un’estetista o un’imprenditrice dell’estetica preferisce affidarsi all’ultimo dei guru o delle agenzie per risparmiare nel breve periodo, per poi ritrovarsi:

  • più confusa di prima
  • senza una reale guida
  • senza supporto e a rischio di danneggiare la sua attività…

Allora non è una nostra cliente target.

Non neghiamo che l’azione di concorrenti che copiano i nostri articoli, strategie, tecniche e che cercano di ingannare i nostri clienti fingendosi nostri consulenti, possa infastidire.

Tuttavia, l'unica cosa che possiamo fare è continuare a guardare avanti, con l'obiettivo di portare le estetiste verso il cassetto pieno e le ore libere.

Capiamo bene il tuo fastidio e la tua frustrazione, ma devi comprendere che la cliente di un’estetista abusiva non sarà mai una buona cliente per te.

Pensa a questo: la donna che è disposta a spendere 2.000€ per una borsa autentica, è la stessa che acquista una borsa contraffatta al mercato?

No…

La consapevolezza che dovresti avere è che chi decide di rivolgersi a un’estetista abusiva lo farà sempre e non sarà mai una buona cliente per te.

La domanda che dovrebbe ossessionarti ogni giorno è:

COME POSSO AGGIUNGERE PIÙ VALORE PER LE MIE CLIENTI O PER LE POTENZIALI TALI?”

“COME POSSO MIGLIORARE IL MIO SERVIZIO? RENDERLO PIÙ EFFICACE, PIÙ VELOCE E CHE DIA PIÙ RISULTATI”

Il valore che sei in grado di offrire è la vera ragione per cui sarai scelta rispetto agli altri.

Quindi, cerca di ignorare queste estetiste improvvisate, che non sanno nemmeno da dove iniziare quando si tratta di trattare una cliente.

Focalizzati su chi sei tu, su ciò che puoi offrire di unico e prezioso al mercato.

Lavora per distinguerti, per eccellere, per far sentire ogni cliente speciale e ben curata.

Una volta che ti sarai concentrata su questi aspetti, vedrai che la tua preoccupazione per le estetiste abusive svanirà.

Non perché il problema non esista, ma perché capirai che la tua energia è meglio investita altrove, nel fornire un servizio eccellente, nel costruire una tua presenza SOLIDA sul territorio e nel creare relazioni durature con i tuoi clienti.

Ricorda: il modo in cui riuscirai a comunicare la qualità del tuo lavoro parlerà più forte di qualsiasi estetista abusiva.

Non lasciare che queste figure ti distraggano dal tuo vero obiettivo: essere la migliore ed essere conosciuta come la migliore nella tua professione per donare bellezza e benessere alle tue clienti.

Categorie
Business

Quanto Guadagna un’Estetista? Qual è il fatturato medio di un centro estetico? | Guida 2023

Quanto viene pagata mediamente un’estetista? E quanto fattura in media un centro estetico?”

Come titolare di centro estetico o imprenditore in estetica probabilmente prima di avviare la tua attività ti sei posto diverse volte questa domanda.

E se alla fine hai intrapreso la strada dell’imprenditoria allora è probabile che la risposta che ti sei dato sia stata:

“Guadagnerò quello che mi serve per realizzare i miei sogni”

Tradotto

Guadagnerò quello che mi serve per:

  • finire di pagare il mutuo
  • dare un futuro migliore ai miei figli
  • potermi sdebitare con i miei genitori e fargli vivere una vecchiaia serena
  • potermi comprare quella borsa, quell’orologio
  • dimostrare a chi mi prendeva in giro che ce l’ho fatta
  • dimostrare a me stesso di potercela fare

Motivi che possiamo riassumere in tre categorie:

1) il desiderio di fare del bene per me e per gli altri

2) l’amore per il mio mestiere

3) poter realizzare i propri sogni tramite i primi due punti e di conseguenza tramite i soldi (la motivazione pratica del guadagno economico)

Quest’ultimo punto chiaramente diventa l’elemento essenziale per poter nutrire i primi due.

Brutto dover passare anche dal guadagno per realizzare i propri sogni? Forse.

Ingiusto? Può darsi.

Sbagliato? Assolutamente no.

La realtà però è questa e prima la accetti, meglio è.

Tuttavia potrebbe essere che i risultati che stai ottenendo non riflettono i tuoi sforzi e ogni tanto il pensiero ti porta a cercare dei paragoni. A chiederti:

Quanto guadagna normalmente un’estetista? E quanto guadagnano centro estetico?

Il fatto è questo, prima ancora di chiederti come “stai andando tu in relazione agli altri” devi realizzare una cosa.

Se il tuo centro estetico fatica, se hai pochi clienti, se quelli che hai spendono poco, se i clienti dopo la prima volta non tornano, ti troverai, prima o poi, costretta a chiudere. È inevitabile.

Prendiamo un esempio concreto. Immagina di ricevere una telefonata da una cliente che prenota un servizio di epilazione. Il cliente arriva puntuale, paga il servizio e prenota il successivo appuntamento per il mese successivo.

Beh, conti alla mano, sappi che con quel servizio hai ripagato a malapena le spese di quella mezz'ora/ora di lavoro.

E non c’entra nulla quanto la costa la materia prima con cui eroghi il servizio (o meglio, ha un peso relativo)

Il fatto è che la cera potrebbe costare poco, ma tutto il resto no. I costi del lavoro, la gestione della struttura, la pressione fiscale, tutto questo ha un costo.

 

E se la tua agenda è piena di servizi come cerette, manicure e pedicure, erogate in modo indifferenziato e senza nessuna strategia per portare il cliente da quel servizio ad uno più alto spendente, potresti trovarti facilmente a lavorare per coprire a malapena le spese!

Ma esiste una soluzione, ed è più vicina di quanto tu pensi.

E questo non lo dico io, lo dicono i numeri!

Quando nel nostro paese la media dello stipendio di un'estetista è di 1.133 euro al mese.

 Vuol dire che i titolari non riescono a caricarsi di costi più importanti e in un circolo vizioso non riescono a dare piani di carriera e a far crescere i loro staff.

Ma questo a sua volta è dovuto dai numeri che sviluppano i centri in termini di fatturato.

Prendendo a titolo d’esempio le tre regioni più popolate da centri estetici ed una media delle rimanenti i numeri ci dicono che:

  • in Lombardia, la media di fatturato per istituto è di 37.835 euro;
  • in Veneto, 38.350 euro;
  • in Emilia Romagna, 38.006 euro.
  • in tutte le altre regioni, la media è di 38.355 euro

E parlo di FATTURATO ANNUALE.

Certo, c’è un incasso “invisibile” che non possiamo quantificare, ma anche raddoppiando questi numeri è chiaro che un centro estetico, di media, fatica a mantenere più di due persone con stipendi da fame.

Eppure, che tu ci creda o no, ci sono CENTINAIA di centri estetici in tutta italia che fatturano anche 300.000€ all’anno e più.

Con utili ia capogiro.

Se non ci credi ti basta entrare nel gruppo BIUTOP e leggere o ascoltare la storia delle imprenditrici e degli imprenditori più forti.

Persone che hanno costruito dei veri imperi in zone in cui nessuno ci avrebbe mai scommesso un centesimo.

Loro sono quelli che alzano la media.

In un mare di centri indifferenziati.

Ma qual il punto.

Non servono teorie complesse o paroloni di marketing. È semplice

Il guadagno è nel servizio di estetica avanzata e nel prodotto aggiuntivo che proporrai / o farai proporre al tuo staff alle tue clienti.

Devi iniziare a vedere la situazione da una nuova prospettiva.

Lavorare per obiettivi chiari, creare un piano di marketing per raggiungerli, studiare un metodo per capire:

  • i numeri del tuo centro o dei tuoi centri
  • capire come migliorare i processi di lavoro
  • come formare il tuo staff
  • come selezionare o creare uno staff da zero
  • come vendere
  • e solo in fine come attirare nuovi clienti

Sì, perché quello che vogliono venderti tutti, “i nuovi clienti” arriva solo dopo aver sistemato, ottimizzato e perfezionato tutto ciò che circonda il tuo servizio.

Un passo alla volta. Un obiettivo alla volta

Quindi, se ti è piaciuto questo articolo e pensi che possa essere utile anche ad altre colleghe, sentiti libera di condividerlo.

Alla fine, il successo del tuo centro estetico potrebbe essere a portata di mano.